Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
Consorzio Q-RAD
 
 
 
 
 
 

Il Comfort

Comfort, una questione “radiante”

Il comfort di un edificio dipende dalla sua temperatura, e in particolare dagli scambi di calore tra il nostro corpo e l’ambiente esterno. Il corpo umano, per stare bene, deve mantenere la propria temperatura corporea interna a circa 37 gradi. Questo valore dipende da quanto sono rilevanti gli scambi di calore del corpo con l'ambiente che lo circonda e rappresenta la temperatura percepita dalle persone.

Temperatura radiante: superfici e aria
Gli impianti termici di un edifico servono a regolare questo rapporto tra uomo e ambiente. Una recente ricerca realizzata dal Consorzio Q-RAD e coordinata da Michele De Carli, docente del Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Padova, ha dimostrato come una situazione di benessere in casa equivalga a una temperatura omogenea tra le superfici dell’abitazione e l’aria interna all’edificio. La combinazione ottimale di temperatura dell’aria in ambiente e temperatura media delle superfici, la cosiddetta temperatura radiante, si traduce in minor consumo di energia da parte del corpo umano.

Sistema radiante vs convettivo
Lo studio, dal titolo “Analisi di comfort per sistemi radianti e sistemi convettivi negli edifici residenziali”, ha confrontato due ambienti riscaldati con tecnologie diverse, convettivo e radiante, e analizzato i risultati in termini di benessere termico. Nel caso di radiatori e fan coil, all’interno dell’ambiente la ricerca ha registrato una differenza di 6 gradi tra la temperatura dell’aria interna e quella delle superfici dell’ambiente. Con un sistema radiante, al contrario, questo divario si è ridotto a 0,5 gradi assicurando una temperatura è più omogenea.

Risparmio energetico con i sistemi radianti
La differenza tra sistemi convettivi e impianti radianti a pavimento, parete e soffitto non si misura solo in termini di comfort ma ci sono anche ricadute di tipo economico. I sistemi radianti, con i nuovi software di regolazione, consentono di evitare sprechi energetici climatizzando gli ambienti in base alle condizioni esterne e all’occupazione dell’edificio. Abbinando poi un sistema radiante a un impianto di generazione efficiente o a fonti rinnovabili si può ridurre in media di oltre 400 euro la spesa annuale di riscaldamento per un appartamento di 80 metri quadrati.
Quali sono i principali parametri che influiscono sul comfort?
  • Le temperature (dell'aria e delle superfici) e l'umidità relativa
  • la velocità dell'aria
  • l'abbigliamento e l'attività delle persone
 
 
 
 
 
 
 
 
NewsletterIscriviti e ricevi le ultime notizie sul mondo Q-RAD
 
 
Iscriviti