Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
Consorzio Q-RAD
 
 
 
 
 

NUOVI DECRETI E DIRETTIVE PER L'EFFICIENZA

Quest’anno ci sono tre date importanti da ricordare che riguardano i sistemi radianti: 1. agosto, 26. settembre e 1. ottobre.
Che cosa sta accadendo?

Dal primo ottobre entrano in vigore i tre decreti nazionali che contengono le nuove regole sull'efficienza energetica in edilizia; uno di questi si intitola "Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici". Un’importante novità è la possibilità di derogare nell'altezza minima degli edifici in caso di installazione di sistemi radianti a pavimento e a soffitto. Si tratta di un’indicazione che premia l’efficienza e favorisce le riqualificazioni degli interni fino ad oggi vincolate a causa delle prescrizioni del D.M. 5 luglio 1975. Installando quindi un sistema radiante, l’altezza minima richiesta non sarà più 2.7 metri, ma 2.6 metri.

Dal 26 settembre poi, le caldaie e le pompe di calore in commercio dovranno essere dotate di un'etichetta energetica, come già accade per gli elettrodomestici. I valori di efficienza richiesti a questi dispositivi sono indirizzati ad una riqualificazione generale dei sistemi impiantistici negli edifici. Se si considera che solo i generatori efficienti potranno entrare nelle abitazioni, l’abbinamento con un sistema di emissione a bassa temperatura è sicuramente una scelta vincente per un autentico risparmio energetico.

Con l’entrata in vigore dei Regolamenti UE: n. 811/2013 - n. 812/2013 - n. 813/2013 - n. 814/2013 per gli apparecchi per il riscaldamento degli ambienti e per la produzione di acqua calda sanitaria vengono introdotte delle regole che disciplinano:
- la progettazione ecocompatibile (ecodesign)
- l’etichettatura energetica (labelling).

Alla nuova progettazione ecocompatibile sono soggetti:
  1. caldaie a gas e a combustibili liquidi per il riscaldamento e produzione a.c.s.(acqua calda sanitaria) , fino a 400 kW
  2. pompe di calore per il riscaldamento e produzione a.c.s., fino 400 kW
  3. insiemi degli apparecchi di cui ai punti 1 e 2 + dispositivi solari, fino 400 kW
  4. scaldacqua fino 400 kW e serbatoi per a.c.s. con capacità fino a 2000 litri
  5. insiemi di apparecchi di cui al punto 4 + dispositivi solari, fino 400 kW e capacità serbatoi fino a 2000 litri
Alla nuova etichettatura energetica sono soggetti:
  1. gli stessi generatori fino alla potenza termica di 70 kW
  2. i serbatoi a.c.s. fino alla capacità di 500 litri.

Dal primo agosto, infine, tutti i circolatori in commercio dovranno rispettare i requisiti dei Regolamenti della Comunità Europea: le pompe di circolazione dovranno essere efficienti sia all'interno dei generatori che all'interno dei collettori.
Con l’entrata in vigore dei Regolamenti UE: n. 641/2009 - n. 622/2012 che riguardano i circolatori, le caldaie potranno montare solamente circolatori ad alta Efficienza.

 
 
 
 
NewsletterIscriviti e ricevi le ultime notizie sul mondo Q-RAD
 
 
Iscriviti