Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
Q-Rad - Consorzio Italiano Produttori Sistemi Radianti di Qualità
 
 
 
 
 

Ricerche sui sistemi radianti

Ricerche - Soffitti radianti: simulazioni e analisi di laboratorio
Il sistema a radiante a soffitto è una delle tecnologie più avanzate per la climatizzazione degli ambienti. Può essere installato sia in nuove costruzioni che all'interno di interventi di ristrutturazione e si adatta a una molteplicità di edifici, da quelli manifatturieri agli ospedali fino all'edilizia privata. Nella nuova sezione Ricerche del sito di Q-RAD, il Consorzio che riunisce le principali 12 imprese di sistemi radianti, oggi parliamo dei benefici di questa tipologia di impianto.

L’articolo dal titolo “Radiant ceiling panel heating–cooling systems: experimental and simulated study of the performances, thermal comfort and energy consumptions” è stato scritto nel 2002 da J. Miriel, L. Serres e A. Trombe. L’articolo è stato scritto sulla rivista scientifica Applied Thermal Engineering 
Un estratto dell’articolo è riportato di seguito.

E' risaputo che nel nord Europa, i pannelli radianti a soffitto ad acqua sono principalmente utilizzati il raffrescamento.
Tuttavia, similmente ai sistemi a pavimento, questo sistema può essere utilizzato per il riscaldamento in inverno e il raffrescamento in estate.
Al fine di ottenere una migliore conoscenza delle prestazioni energetiche di tali dispositivi, il Centro di ricerca Gaz de France ha finanziato una campagna di test durata due inverni e un'estate. Questo studio sperimentale è stato condotto nel laboratorio, situato a Rennes, nella Francia occidentale. Un sistema di pannelli per soffitti ad acqua e un sistema di acquisizione dei dati di monitoraggio sono stati installati in una sala prove. Il sistema studiato era realizzato con tubi di rame con alette di diffusione in alluminio rigido. 
I modelli di simulazione sono stati sviluppati con il programma di simulazione TRNSYS, utilizzando i risultati dello studio sperimentale per la verifica delle simulazioni.

I risultati del modello TRNSYS sono stati soddisfacenti. Nella fase successiva della ricerca verranno approfonditi i consumi energetici annuali e le condizioni di comfort termico di un edificio per uffici (risultati non presentati nell'articolo del 2002).
La campagna di test e lo studio simulato mostrano che i pannelli a soffitto possono essere utilizzati come sistema di riscaldamento e raffreddamento di edifici con un buon isolamento termico. La loro potenza è limitata e i carichi di riscaldamento e raffrescamento degli edifici devono essere contenuti. La modalità di riscaldamento offre buoni risultati con una riduzione della temperatura dell'aria durante la notte. Questa tecnica di raffrescamento è adatta per edifici per uffici con bassi carichi termici e per i quali non esiste un sistema di trattamento dell'aria aggiuntivo. Al contrario, questi moduli a soffitto possono solo limitare il surriscaldamento.
Le condizioni climatiche sono meno favorevoli in Francia rispetto alle regioni continentali europee e impongono, al fine di evitare i rischi di condensa, di mantenere la temperatura superficiale dei soffitti a 17 °C. Oltre alle qualità fondamentali dei sistemi di raffrescamento dei pannelli a soffitto sotto il profilo del comfort acustico e termico, questa tecnologia consente una riduzione del 10% del consumo di energia.
 
 
 
 
NewsletterIscriviti e ricevi le ultime notizie sul mondo Q-RAD