I risultati del questionario sui sistemi radianti

Nel corso del decennale del Consorzio Q-RAD sono stati presentati i risultati di un questionario sui sistemi radianti e sul loro utilizzo lanciato su questo sito. Ecco una breve sintesi dei dati più interessanti. Il questionario aveva come obiettivo la definizione del ruolo degli impianti radianti nel contesto del mercato attuale e in quello futuro, presentando la voce di utenti finali, professionisti e aziende.

 

 

Perchè scegliere il radiante: comfort e risparmio energetico

In base alle risposte, comfort e risparmio energetico rimangono il principale fattore X che orienta la scelta verso un impianto radiante ma per il 28,4% delle persone che hanno risposto conta anche la libertà di spazio per l’arredamento che questo terminale lascia rispetto ad altri sistemi di climatizzazione. Sul fronte delle criticità si conferma al primo posto il problema dei costi iniziali di installazione di un sistema radiante (che però ha poi bisogno di poca manutenzione) e consente di recuperare l’investimento anche solo con il risparmio in bolletta.

 

 

 

one room with a floor heating system and an energy efficiency scale (3d render)

Basso spessore e trattamento aria sono gli impianti del futuro

Mentre i sistemi radianti a basso spessore, di recente inclusi nella revisione della UNI EN 1264, sono considerati il genere di tecnologia che sarà maggiormente adottata in futuro sia per gli edifici nuovi che per quelli da riqualificare insieme ai sistemi di trattamento dell’aria come i dispositivi di deumidificazione e di ventilazione meccanica controllata. Interessante anche il dato sui terminali e gli impianti installati nelle abitazioni di chi ha risposto al questionario: nel 27,2% dei casi è un sistema a pavimento e in oltre il 10% è presente un sistema di generazione a pompe di calore.

 

PER SCARICARE I RISULTATI COMPLETI DEL QUESTIONARIO CLICCA QUI